Mage's craft

crea, sposta, distruggi, blocca, anima! Utilizza la magia iniziando a pensare come un mago. Sentila scorrere dentro di te ed impara a plasmarla scegliendo la tua via
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 PRINCIPALI CITTÀ E LOCAZIONI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin


Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 09.06.17
Età : 35

MessaggioTitolo: PRINCIPALI CITTÀ E LOCAZIONI   Gio Nov 02, 2017 3:42 pm

PRINCIPALI LOCAZIONI




GRANDE VULCANO ARTICO, La corona del Mondo




Perfettamente in linea con l'asse di rotazione planetaria vi è, al Polo Nord, un mastodontico vulcano. Il diametro di tale vulcano sfiora i 1000 km alla sua base per poi ridursi a soli 500 km alla bocca del cratere la cui altezza giunge alla vertiginosa altezza di 250 km di altezza Trapassando diversi strati di atmosfera giungendo con l'anello più elevato della bocca nella Termosfera, così chiamata per via delle elevate temperature ivi presenti.

A livello visivo è possibile notare come, più o meno a metà del cono vulcanico vi siano nevi perenni che poi vanno scomparendo con l'aumentare dell'altezza fino a non poterli più percepire ad occhio nudo.

Approfonditi studi magici hanno potuto osservare ciò che si trova dentro l'immensa bocca di tale vulcano trovando , a soli duemila metri al di sopra del livello del mare, una distesa quasi pianeggiante comprendente vegetazione incontaminata e rocce dall'insolita forma. Questi dati lasciano presumere che l'attività vulcanica sia spenta da miliardi di anni anche se, considerate le interferenze con i mezzi di visione magica, un enorme flusso di energia è in costante ascesa tramite quest'apertura che collega, letteralmente, il nucleo terrestre con il cielo. Tale energia viene poi diffusa su tutto il pianeta passando proprio attraverso gli strati più elevati dell'atmosfera.




GRANDE COROLLA




Tali intuizioni sono state fatte, oltre che per deduzione da queste interferenze, anche attraverso lo studio delle dodici bocche secondarie del vulcano poste esattamente a metà strada – 125 km – tra il limite esterno del cono vulcanico e l'anello della bocca (se visti dall'alto).

Su tali bocche, poste più o meno equidistanti tra loro (quasi 773 km), sono stati costruiti altrettanti templi.

Molto più piccole della Corona del Mondo, le bocche secondarie possono vantare un diametro di poche centinaia di metri e, al contrario del grande vulcano dal quale hanno origine, esse assomigliano più a voragini che non a montagne.

L'anello costituito da queste dodici bocche – della lunghezza di poco più di 9000 km e chiamato Grande Corolla - crea uno spontaneo risucchio delle energie magiche dalla zona circostante dando a tale energia un movimento ascensionale. Questo risucchio crea un'area anulare dello spessore che varia da due a quattro chilometri in cui la magia non è in grado di mantenere una vibrazione attiva divenendo, di fatto, una zona dove è impossibile manifestare qualsiasi tipo di incantesimo.




Nell'area compresa nell'anello senza magia sono comunque sorti vari piccoli insediamenti di popoli il cui stile di vita è più primitivo rispetto a quello della maggior parte della restante parte del mondo e, insieme a questi, pellegrinaggi dei maggiori esperti di Magiscienza e Magia proveniente da ogni continente che si recano nell'anello per ampliare la propria conoscenza di quell'energia nel tentativo di raggiungere i livelli delle mitologiche pseudo divinità del passato.




Le aree, per lo più vicine ai Templi fino ad una distanza di 1,5-2 km da essi, hanno un effetto disorientante e debilitante nei confronti di Contaminati e Mutanti accelerando il loro consumo di energie – drenate a loro volta dal risucchio – fino alla perdita dei sensi.

Esperimenti ripetuti hanno tuttavia mostrato una possibilità di adattamento degli umani più robusti che, pur privati di qualsiasi capacità derivata dalla contaminazione – così come ogni mago è privato della possibilità di fare magie in quell'area – sono stati in grado di sopravvivere come semplici umani anche se la loro efficienza si vede ridotta anche fino al 50% rispetto ad un umano non contaminato.




GRANDE VORTICE DEL SUD




Speculare alla grande corona del mondo, situata al polo nord perfettamente parallela all'asse terrestre, esiste nel mare Antartico un enorme vortice d'acqua di potenza ineguagliabile sul pianeta. Il vortice d'acqua si estende per un diametro di 1000 km girando in senso orario. Le correnti d'acqua più esterne a tale vortice si limitano a velocità di 20 km all'ora ma, al centro del vortice stesso - dove il livello dell'acqua si abbassa anche di un centinaio di metri sotto il normale livello oceanico - tali correnti possono raggiungere velocità insostenibili per eventuali imbarcazioni. Insieme al vortice d'acqua una grande quantità di mana viene assorbita al centro esatto del Polo Sud del pianeta andando, probabilmente, a creare un riciclo con l'energia costantemente emessa dalla Grande Corona.

Tale risucchio verso il centro del Pianeta, al contrario di quanto succede nella Grande Corolla, fornisce ad eventuali manipolatori della magia una più rapida ricarica delle proprie energie ed una maggiore efficienza degli incantesimi se essi sono manifestati al di sopra del livello dell'oceano.

Secondo una versione della Leggenda, il Grande rituale di Spazio e Tempo che ha permesso alle pseudo-divinità di lasciare questo mondo è stato svolto proprio al centro di questo enorme vortice, asportando parte della crosta terrestre e, quindi, sommando al naturale risucchio di magia l'attuale e costante risucchio d'acqua.

Da quel momento in avanti, recarsi in quel luogo è diventato altamente proibitivo anche se non proibito. Chiunque si voglia avventurare in quel luogo lo farà a rischio e pericolo della propria vita.




LA ZOLLA




Uno dei due continenti emersi presenti sul pianeta, La Zolla è costituito da un unico blocco di terra emersa che si estende coprendo almeno 5 dei meridiani che passano per i Santuari della Grande Corolla per 75 paralleli nella sua estensione massima. (circa 13000 km sia in larghezza – seguendo l'equatore – e circa 10000 km in lunghezza - da nord a sud.)

A seconda della latitudine e dell'altitudine della sua conformazione cambiano i biomi ed i relativi ecosistemi e, con essi, le tipologie di animali e piante ivi presenti. Sul continente sono presenti diverse catene montuose, anche se non troppo elevate, da dove discendono corsi d'acqua dolce che abbeverano piante ed animali. Sul territorio anche molti laghi che si differenziano per origine pluviale o sorgiva.




GRAN CREPACCIO




Quasi completamente al di sopra del livello dell'Equatore, sito nel lato più a nord de La Zolla e più vicino al Continente Sommerso, si trova una catena montuosa circolare del diametro di circa 2300 km nella zona interna - forse sorta in seguito all'impatto con un grande meteorite - che protegge un'ampia zona isolata dal resto del continente stesso.

Nonostante la parte più periferica di quest'area sia caratterizzata da ripidissime pareti montuose, quella centrale è una dolce valle verde coperta da florida vegetazione ed una grande quantità di differenti specie animali. Alcuni fiumi, discendendo dalle pareti interne delle montagne vanno a rifornire d'acqua la foresta e la prateria ad essa adiacente mentre, solo nel lato più a nord e più verso il Continente Sommerso, vi è un grande fiume di acqua salata. Il tratto di catena montuosa che da sull'oceano – chiamato 'La Grande Diga' – è l'unica cosa che con la sua modesta altezza di circa 700 metri slm preserva la valle al centro del crepaccio dall'essere completamente sommersa e, questo, per il fatto che essa si trova quasi 1 km sotto il livello del mare.

Il percorso di questo fiume salato, conosciuto come Mangia Verde, è caratterizzato da terra arida e sterile, quantomeno all'apparenza. Scoscese e larghe spiagge di sabbia e rocce affiancano per tutto il percorso questo inusuale fiume ma per qualche motivo, proprio dopo le roccie più grandi, la vegetazione riprende rigogliosa pur non essendoci altri corsi d'acqua, quantomeno a livello superficiale.




L'ARCIPELAGO




Uno dei due continenti emersi presenti sul pianeta, L'ARCIPELAGO è composto da una vasta estensione di isole di diverse dimensioni – tra le più grandi che coprono migliaia di Chilometri quadrati alle più piccole che a mala pena superano il Chilometro quadrato di superficie – che si estede coprendo circa 4 dei meridiani che passano per i Santuari della Grande Corolla per 60 paralleli nella sua massima estensione. Il mare tra di loro non sempre è navigabile da grandi imbarcazioni, lasciando il monopolio a quelle più piccole e leggere.

A seconda della latitudine e dell'altitudine delle singole isole cambiano i biomi ed i relativi ecosistemi. Trattandosi di isole le differenze tra i biomi sono maggiori rispetto a quelle presenti su La Zolla.




CREPACCIO DEL SERPENTE




Tra le varie isole dell'Arcipelago ve ne è una di vaste dimensioni dalla forma sinuosa, allungata e stretta. Costituito completamente da un'allungata catena montuosa che si solleva per cinque o seicento metri sopra il livello dell'oceano ma che, all'interno, scende fino ad una profondità di almeno mille metri. Nella sua sinuosa lunghezza di 400 km per un ampiezza, da costa a costa, di soli 10 km, nessuna presenza umana è stata vista negli ultimi secoli. Altamente probabile invece che diverse specie animali siano presenti e padrone di quell'isola.




CONTINENTE SOMMERSO




Nella grande zona completamente priva di terre emerse dal Polo Nord al Polo Sud che copre circa 3 dei meridiani che passano per i Santuari della Grande Corolla esistono, sulle profondità dell'oceano, delle città la cui vita umana è possibile grazie a potenti incantesimi che forniscono ossigeno e tengono a distanza l'acqua oceanica.

A parte le città presenti sul fondo dell'oceano, una caratteristica riscontrabile in questo Continente sono delle correnti ascensionali simili a vere e proprie colonne d'acqua fredda che, alcuni sostengono, provengono dal Grande Vortice del Sud. Questo miscuglio di acque calde e fredde rende le zone interessate da queste colonne turbolente anche se, i più abili navigatori, sanno bene come sfruttare queste correnti a proprio vantaggio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://magescraft.forumattivo.com
 
PRINCIPALI CITTÀ E LOCAZIONI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» nevosita' storica di cuneo citta'!!!!
» ritiro rifiuti a San Marino
» GIOCA CON LA GEOGRAFIA e multimedialità
» Il fiume lago,montagna,pianura, collina, città, paese :)
» Monitoriamo la prossima settimana..la parola all'Est..(18-24 Febbraio 2013)

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Mage's craft :: La tua prima categoria :: Ambientazione-
Andare verso: